INTERVISTA - Audrey Tautou: "Gentile, pura e delicata, Chloé non ha zone d'ombra"

Così l'attrice francese parlando del suo personaggio nel nuovo film di Michel Gondry 'Mood Indigo'. "Ad un certo punto si scopre malata - dice - e questo intacca tutti gli aspetti della sua vita, facendola entrare in una sorta di cupa e fatale follia"

Cinema: Protagonisti Redazione — 17/09/2013
Titolo: Una scena del film Mood Indigo
Gallery

    http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332484_3.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332528_14.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332534_11.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332540_11.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332546_8.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332554_20.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332561_5.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332567_6.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332573_20.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332579_8.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332588_16.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332593_18.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332599_9.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332605_7.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332612_16.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332617_6.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332624_4.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1379332630_13.jpg
Image of

Da ingenua e sognante fanciulla ne 'Il favoloso mondo di Amelie' ad affermata criptologa ne 'Il Codice da Vinci', da sensuale e sofisticata protagonista dello spot Chanel N.5, ad etereo e poetico personaggio di Chloé in 'Mood Indigo', la nuova visionaria pellicola di Michel Gondry. Ne ha fatta tanta di strada Audrey Tautou nella sua carriera cinematografica, iniziata nel 1996, dopo gli studi universitari in Lettere moderne, con una piccola parte nel film 'Coeur de Cible'. Ma il grande pubblico dovrà attendere ancor per conoscere questo straordinario personaggio. Sono tanti, infatti, gli anni della gavetta in cui Audrey Tautou recita piccole parti in tv e in qualche film di scarso successo. Nonostante questo, nel 1999 riesce comunque a conquistare il premio 'César' come migliore attrice emergente nella commedia 'Sciampiste & Co', della regista francese Tonie Marshall.

Dopo tanta pratica, il 2001 è l'anno della svolta cinematografica. Lo stravagante regista Jean-Pierre Jeunet, infatti, scrittura Audrey Tautou come protagonista per il film che l'ha portata all'attenzione del grande pubblico, 'Il Favoloso Mondo di Amélie'. In questa intervista, l'attrice francese racconta la sua esperienza durante le riprese del film Mood Indigo tratto dall'omonimo libro 'La schiuma dei giorni' di Boris Vian:

Come descriverebbe il suo personaggio?
"Secondo me evoca qualcosa di poetico, solare. È l'incarnazione della gentilezza, della purezza e della delicatezza. Sono le qualità che ho sentito di dover mettere insieme per entrare nella parte. Come nella relazione tra Chloé e Colin, il personaggio non ha zone d'ombra. È come la Giulietta shakespeariana, perché la storia esprime grande purezza e romanticismo e, naturalmente, un'idea di amore impossibile. Per me si tratta dell'incontro tra due anime gemelle. C'è anche una certa dose di ingenuità, ma non certo nel senso peggiorativo del termine. Inizialmente temevo che Romain ed io fossimo troppo vecchi per la parte di Colin e Chloé, ma l'idea di Michel di attribuire questi ruoli ad attori un po' più attempati dei personaggi del libro ci ha consentito di evitare un eccessivo candore e di dare al racconto un'aria più matura".

GUARDA IL TRAILER DI 'MOOD INDIGO'


Come avete girato la scena della passeggiata sulle nuvole?
"Eravamo in questa struttura sospesa da una gru con un cavo e i piedi che sporgevano dal fondo e ci hanno sollevati nel cielo di Parigi. È stata semplicemente una giornata strana con una scena molto strana".

Il suo personaggio, Chloé, ad un certo punto viene colpita da una strana malattia…
"Subito dopo avere sposato Colin, si scopre che una ninfea sta crescendo nei polmoni di Chloé. Colin fa il possibile per curarla. Il trattamento include delle terribili pastiglie estremamente dolorose, e Chloé deve vivere circondata da fiori per fare sì che la ninfea appassisca. Ma la malattia intacca tutti gli aspetti della sua vita, anche la casa. Entra in una sorta di cupa e fatale follia".

…che conferisce al film un aspetto molto più noir:
"Sì, perché MOOD INDIGO parla di un amore che potrebbe sembrare piuttosto sentimentale ma che, in realtà, è senza speranza. Questo spiega anche il successo del libro, opera assai importante per i giovani lettori. Per me si tratta fondamentalmente di un libro per ragazzi. Quando l'ho letto per il film, non ha sortito su di me lo stesso effetto di quando l'avevo scoperto da adolescente".