Sorrentino trionfa ai Golden Globe: "Grazie Italia, un Paese pazzo ma bellissimo"

Il film 'La grande bellezza' interpretata da Toni Servillo conquista il riconoscimento nella categoria 'Miglior film straniero'. Il regista: "Emozione grande". L'ultimo italiano premiato è stato Benigni nel 1999 con 'La vita è bella'

Cinema: Protagonisti Redazione/GP — 13/01/2014
Titolo: Il regista Paolo Sorrentino con il Golden Globe appena vinto


Gallery

    http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932649_4.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932672_3.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932680_2.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932686_11.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932692_20.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932699_2.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369932706_14.jpg

  • http://www.nannimagazine.it/_resources/_documents/news/media/1369933000_20.jpg
Image of

"Qualunque cosa accada non bisogna dimenticare che i Golden Globes sono un premio molto importante. Non facciamo, come accade in Italia, che se non si vince l'Oscar non conta. Con molta semplicità, godiamoci la grande gioia di questo premio molto importante. Siamo tutti molto contenti". Commenta così Toni Servillo la conquista del Golden Globe come Miglior film straniero del film 'La Grande Bellezza' per la regia di Paolo Sorrentino. Un riconoscimento importante considerato da sempre come l'anticamera dell'Oscar. "Ho avuto la notizia questa mattina, molto presto, da un messaggio di Paolo, ho gioito con lui e, credo, con tutto il cinema italiano", ha proseguito Servillo che, per la sua interpretazione, è stato premiato a Berlino con l'European Film Awards per il miglior attore.

Contemporaneamente dall’altra parte del mondo, ad Hollywood in California, Paolo Sorrentino ringraziava il pubblico, e quanti hanno contribuito alla realizzazione del film, con due semplici parole: "Emozione grande", aggiungendo poi un "grazie Italia, un Paese pazzo ma bellissimo". Erano ventiquattro anni, che l'Italia non trionfava oltre Oceano. L'ultimo premio ricevuto da un film italiano ai Golden Globes era andato, infatti, nel 1999 alla pellicola di Roberto Benigni 'La vita è bella'. Un premio considerato tradizionalmente di ottimo auspicio per la corsa all'Oscar che vedrà il 16 gennaio la proclamazione delle nomination per i premi che verranno poi assegnati il 2 marzo. Il film di Paolo Sorrentino, candidato dall'Italia, è dunque in attesa dell'ultimo verdetto prima di quello finale, forte ora sia del Golden Globe sia del riconoscimento agli Efa.

Il premio di Sorrentino è arrivato durante una lunga kermesse capitanata dalla stampa estera che, oltre al film italiano, ha assegnato il Golden Globe Awards per il Miglior film drammatico a '12 anni schiavo' di David O. Russell, per la Migliore regia è stato premiato Alfonso Cuarón per 'Gravity' e per la Migliore sceneggiatura Spike Jonze per 'Her'. Nella premiazione, tenutasi all'Hilton di Beverly Hills, 'American Hustle' sempre di David O. Russell ha incassato tre riconoscimenti, come Migliore commedia, per la Migliore interpretazione femminile in un film non drammatico ad Amy Adams e come Migliore attrice non protagonista nella stessa categoria a Jennifer Lawrence.



Il riconoscimento alla Migliore interpretazione drammatica femminile è andato a Cate Blanchett per 'Blue Jasmine' di Woody Allen a cui è andato il premio alla carriera. Miglior attore in un film drammatico è stato giudicato Matthew McConaughey per 'Dallas buyers club' e Migliore attore non protagonista, per lo stesso film, Jared Leto. Miglior attore in un film non drammatico Leonardo DiCaprio per 'The Wolf of Wall Street'. Il premio per la Migliore colonna sonora è andato a Alex Ebert per 'All is lost', quello per la Migliore canzone originale a 'Ordinary Love' degli U2 per 'Mandela'. I premi per la televisione sono andati alla serie drammatica 'Breaking Bad' e a quella brillante 'Brooklyn Nine-Nine'.