Raoul Bova: "Uomo perfetto io? No sono come tutti, una persona con la sua complessità"

Raggiunto sul set di Paolo Genovese, l'attore si racconta. Tanti film e la voglia di serenità:"Sono felice delle tante proposte che mi arrivano perché sono ruoli diversi e nuovi per chi è abituato a vedermi in certe commedie"

Cinema: Protagonisti Alessandra Magliaro (*) — 08/10/2014

Genovese, Placido, Vanzina, Reali. E poi ancora Milani e Federici: non c'è quasi un cast che non lo comprenda o lo ipotizzi tra i protagonisti. Per un caso curioso, ma neppure troppo raro per un attore, questo è un anno d'oro per Raoul Bova. Inversamente proporzionale a quanto accaduto negli ultimi mesi alla sua vita privata, con guai fiscali e soprattutto la separazione coniugale e lo strascico di polemiche seguito alle dichiarazioni della ex suocera, l'avvocato Annamaria Bernardini De Pace. Ha rischiato il crollo d'immagine e laffetto del pubblico ma le tante proposte di lavoro, interessate considerando che Bova è nome di richiamo per i botteghini, sembrano dimostrare il contrario.

"L'etichetta di uomo perfetto che mi si era appiccicata addosso non l'avevo voluta io, né scelta, anzi - dice in un'intervista all'ANSA - ora lo posso dire, era come un abito non mio e per me insopportabile. Sono, esattamente come tutti, con insicurezze, debolezze, forze ed energia. Una persona con la sua complessità, ho fatto scelte criticabili o meno, conformi o meno". "E tutta questa vicenda alla fine mi ha umanizzato evidentemente agli occhi degli altri. I valori in cui credo invece sono e saranno sempre i fondamentali della mia anima: è quello che ho detto ai miei figli in tutti questi mesi dolorosi".



Raggiunto sul set in Puglia, vicino Martinafranca, del film di Paolo Genovese 'Sei mai stata sulla Luna', in cui è il fattore di una masseria che sarà travolta dall'irruenza della nuova proprietaria, alla domanda sul momento magico lavorativo, l'ex fidanzato perfetto Raoul Bova fa l'ironico (vedi alla voce 'alimenti'). "Scherzo sono felice della tante proposte che mi arrivano e soprattutto del fatto che sono tutti ruoli diversi. In Italia - spiega - si sa come vanno le cose: se funzioni per un ruolo poi arrivano tutti copioni simili. La cosa bella è invece che sono tutti personaggi diversi e nuovi per chi è abituato a vedermi in certe commedie"'. Tra tanti film e progetti uno è invece proprio classico e porta il titolo 'Angeli - Una storia d'amore', con la regia di Stefano Reali, con Vanessa Incontrada, mercoledì 8 ottobre in prime time su Canale 5. "È una bella favola, godibile in tv, romantica, piena d'amore"', racconta Bova che interpreta per l'appunto un angelo. Reali, cui Bova deve il debutto al film 'Una storia italiana’ del 1991 sui fratelli Abbagnale è riuscito per questo film ad insegnare il pianoforte all'attore, cosa di cui il regista è orgoglioso.



Tanto cinema ma anche tv: a dicembre inizieranno le riprese di 'Task Force 45 - Fuoco Amico', una serie tv con la regia di Beniamino Catena che sarà anche l'avvio della nuova società, la Rb produzioni. E Ultimo? "Valsecchi ha annunciato un ulteriore nuovo Ultimo, non ho avuto alcun copione mi auguro sia una bella storia. Io al capitan Ultimo ci tengo, ci sono proprio affezionato". Ben cinque sono i titoli per il cinema del 2014. Fratelli unici di Alessio Maria Federici con Luca Argentero '"e finalmente non sono un bravo ragazzo né un figo". E sono pronti 'Torno indietro e cambio la mia vita' di Carlo Vanzina, anche qui come con Reali una rimpatriata dal 1993 quando il regista girò il primo film di Bova al cinema 'Piccolo Grande amore'. E poi ancora 'Scusate se esisto' di Riccardo Milani con Paola Cortellesi: "Parlavamo da tanto di lavorare insieme e questa commedia è stata una magnifica occasione. Tra me e lei scintille e risate, speriamo proprio che al pubblico piacerà".

Bova tiene moltissimo a 'La scelta' diretto da Michele Placido accanto ad Ambra Angiolini e spera che venga selezionato ad un festival importante. '"Una storia bella drammatica, tratta da Pirandello, un'occasione di crescita per me - ha raccontato -. Con Ambra Angiolini siamo una coppia di fronte ad una decisione dolorosa che riguarda la paternità del bimbo in arrivo". Progetti per il futuro? "Mi auguro di avere tanta serenità e - ha concluso - tempo in più per i miei ragazzi. La risposta è un po' ovvia ma è sincera".

(*) Caposervizio della redazione Spettacoli, Cultura e Media dell'Ansa