Angelina Jolie sarà 'la Lawrence d'Arabia al femminile'

Il regista Ridley Scott ha scelto la bellissima star hollywoodiana per un film biografico sulla scrittrice, politica e spia britannica Gertrude Bell, una donna fuori del comune che ha segnato la storia del Medio Oriente nei primi anni del Novecento.

Celebrity Redazione/TB 18/11/2011
Titolo: L'attrice Angelina Jolie
Fonte: Immagine dal web

La sensuale Angelina Jolie ama scegliere con cura i personaggi da interpretare sul grande schermo, non a caso, l'abbiamo sempre vista calarsi nei panni di donne avventurose, forti e intelligenti. Anche il prossimo ruolo da protagonista non fa eccezione: la splendida attrice americana sarà impegnata nel biopic di Ridley Scott che riguarda la vita di una scrittrice britannica vissuta a cavallo tra Ottocento e Novecento, divenuta una figura politica e un agente segreto al servizio di Sua Maestà in Medio Oriente nei primi anni del XX secolo. 

Gertrude fu indiscutibilmente una perla rara per la società maschilista dell'epoca, insomma, la vita avventurosa della signora Bell si è rivelata una sfida troppo allettante per non essere colta al volo da Angelina Jolie. Questa sorta di 'Lawrence d'Arabia al femminile', come in molti considerarono Gertrude, è stata una figura pionieristica, artefice della creazione di stati moderni quali la Giordania e l'Iraq. Armata di determinazione e carisma, in Medio Oriente la Bell dovette abbattere un muro di ostilità e pregiudizio per il solo fatto di essere una donna. All'inizio si trovò a fare i conti con una società distante culturalmente dall'Impero Britannico, guadagnandosi infine 'sul campo' l'ammirazione delle varie tribù, dei diplomatici e dei militari. 

Oltre a calarsi nei panni della poliedrica Miss Bell, Angelina debutterà il prossimo mese come regista de 'In the Land of Blood and Honey', e davanti a sé ha una valanga di progetti in cantiere: tra le altre cose, interpreterà il famoso personaggio letterario Kay Scarpetta, nato dalla penna di Patricia Cornwell, sarà tra i personaggi 3D del live action Disney,  'Maleficent', e sta meditando il sequel di 'Salt'. 


[L'attrice in una scena di 'Tomb Raider'] 

LA STRAORDINARIA VITA DI GERTRUDE BELL. Gertrude Margaret Lowthian Bell (Washington Hall, 14 luglio 1868 – Baghdad, 12 luglio 1926) è stata un'archeologa, politica, scrittrice e agente segreto britannica. Ebbe un ruolo principale nella creazione di due stati mediorientali e svolse attività segrete a sostegno alla Rivolta araba durante la prima guerra mondiale, lavorando al fianco di Lawrence d'Arabia per promuovere l'istituzione di Paesi quali la Giordania e l'Iraq, cui affidare come sovrani Abd Allah e Faysal, figli della guida politica e morale della Rivolta Araba contro gli Ottomani (ca. 1915-1916), al-Husayn ibn Ali, Sceriffo di Mecca. Fino alla sua morte a Baghdad, la Bell servì nell'Alto Commissariato consultivo britannico. Chiamata dagli iracheni "al-Khatun" (una dama di corte che, con occhi e orecchie ben aperti lavorava per il bene dello Stato) e sottovoce "la regina senza corona d'Iraq", godé della piena fiducia di re Faysal che fu da lei aiutato ad essere ben accolto dai capi delle tribù irachene all'inizio del suo regno. Il sovrano la sostenne nella sua intenzione di fondare a Baghdad il suo museo d'archeologia iracheno e a creare una Scuola Britannica di Archeologia, per preparare esperti di scavi che avrebbero seguito le sue indicazioni. (Fonte: Wikipedia)